PESCA E PESCATORI DEL GARDA BRESCIANO

  • Stampa

 

Alla fine del secondo millennio, con i mass media che dominano ormai prepotentemente la scena della comunicazione, c’è ancora spazio per il dialetto?

Ecco in sintesi, la motivazione di questo lavoro che ha coinvolto i ragazzi della scuola media durante l’anno scolastico 1995/96.

L’area di ricerca è stata quella della Riviera bresciana del Garda, dove il fenomeno turistico ha costituito negli ultimi decenni un ulteriore elemento di rapida e progressiva modificazione di una cultura omogenea costruita sulle attività tradizionali della pesca, dell’agricoltura, della manifattura, del commercio. Per favorire un approccio mirato da parte del mondo scolastico, si è scelto volutamente, per questa prima parte dell’indagine, di ridurre il campo all’attività della pesca, caratteristica di tutta la Riviera. C’è infatti la consapevolezza della sua specificità, ieri e oggi, nella civiltà del lago.